Perché credo che sia importante per l’avvocato affacciarsi all’innovazione sociale.

Negli ultimi periodi si sentono sempre più spesso termini come “innovazione sociale” e “sostenibilità” e ho cominciato a chiedermi se anche la mia professione, il mio studio, possono avere un approccio orientato al bene comune.

Mi sono domandata se, nel mio piccolo, posso essere in grado di essere un avvocato che supporta nelle decisioni i clienti facendoli transitare idealmente da una situazione di partenza (più o meno complicata) ad una di arrivo che possa ridurre l’impatto sulla loro vita in termini di tempo, denaro ed emotività.

Da un’analisi completa dell’attività degli ultimi anni posso dire che per me fare innovazione sociale significa ridurre il maggior numero possibile di casi di contenzioso.

 

 

 

 

La materia del diritto del lavoro, della quale mi occupo prevalentemente, ha un’importante particolarità: da sempre è orientata al raggiungimento di un accordo bonario (cioè senza necessità di fare causa in Tribunale o di non proseguirla se è già avviata).

All’inizio della mia esperienza di legale ad es. era in vigore il tentativo obbligatorio di conciliazione da svolgersi presso la direzione provinciale del lavoro, che significava non poter fare causa se prima non si era tentato un accordo in questa sede.

Tentativo, che in caso negativo, veniva comunque rinnovato anche alla prima udienza in Tribunale.

Diventato facoltativo il primo tentativo presso quello che oggi si chiama Ispettorato territoriale del lavoro, è rimasto un punto fondamentale quello in Tribunale alla prima udienza.

Ecco che quindi l’idea di mettere faccia a faccia lavoratore e datore di lavoro è da sempre presente nella materia che prediligo.

Da questa consapevolezza ho strutturato e indirizzato l’attività: cercare non solo di raggiungere un accordo in Tribunale o poco prima di iniziare una causa, ma ancora più in anticipo!

 

Fare innovazione sociale per me è quindi creare la cultura della PREVENZIONE NEL LAVORO.

Come?

  • Per le aziende: sto studiando degli strumenti che possano anticipare la valutazione che i titolari danno ai rapporti di lavoro.
    Es. sono
    – REGOLAMENTI AZIENDALI  e CODICI ETICI
    – TEST DI CONTENZIOSITA’ che mira a verificare la probabilità di una possibile causa
  • Per i lavoratori: cerco di fornire elementi pratici e un po’ di infarinatura con dirette social, post di approfondimento

I cammino verso la sostenibilità dello studio legale è ancora lunga ma è importante creare piccoli tasselli di innovazione ogni giorno.

 

Open chat
1
Buongiorno, come posso esserti utile?
Powered by