Seleziona una pagina

Ho trovato in questo libro molti spunti di riflessione per affrontare le proprie “battaglie” e per decidere se essere attori o spettarori della propria vita

Albert Einstein osservò che “i problemi importanti che dobbiamo affrontare non possono essere risolti allo stesso livello di pensiero a cui noi ci trovavamo quando li abbiamo creati”

Certe volte la cosa più proattiva che possiamo fare è essere felici, semplicemente sorridere di cuore.

La felicità come l’infelicità è una scelta proattiva. Ci sono cose, come la pioggia o il cattivo tempo, che non saranno mai nella nostra sfera d’influenza, ma se siamo persone proattive possiamo decidere se dentro di noi ed intorno splende il sole comunque. Possiamo essere felici e accettare le cose che al momento non possiamo controllare, e intanto concentrare i nostri sforzsi sulle cose che possiamo controllare.

Se la scala non è appoggiata al muro giusto, ogni passo che muoveremo non farà che farci arrivare più in fretta nel posto sbagliato.

Come scrive Frankl “ciascuno ha la propria specifica vocazione o dichiarazione di missione nella vita … Di conseguenza non può essere sostituto, nè la sua vita può essere replicata. Quindi il compito di ciascuno è unico, come è unica la sua specifica opportunità di realizzarlo.

Open chat
1
Buongiorno, come posso esserti utile?
Powered by