L’innovazione è come l’amore.

Un viaggio di connubio tra azioni per il bene delle persone e del pianeta, accompagnati da una colonna sonora.

Oggi è il tempo in cui il singolo individuo è chiamato, attraverso l’innovazione sociale, a fare la differenza ed essere l’esempio del mondo che vorrebbe abitare.

Ognuno di noi, con le proprie azioni, ha la potenzialità e la responsabilità di essere attore protagonista di un importantissima trasformazione: scegliere di fare delle azioni nel rispetto delle persone e del pianeta

Azione e innovazione sono connessi e che, guarda caso, se si guarda alle parole, l’una è la parte integrante della seconda 

Inno > Azione

Senza azione non ci può essere innovazione, né tantomeno si può pensare che qualcosa cambi attorno a noi.

Per l’innovazione vale lo stesso: senza l’incominciare, il provare e lo sperimentare, non esisterebbe lei stessa né tanto meno i suoi risultati.

Le nostre imprese e organizzazioni troppo spesso giocano al gioco finito, attuando programmi di breve o brevissimo termine dettati dall’innata inclinazione a cercare soluzioni veloci a problemi scomodi e dalla priorità di raggiungere risultati immediati. 

Senza però una strategia a lungo termine, basata dunque sul gioco infinito, persone e aziende non hanno la possibilità di evolvere. 

Un’organizzazione che partecipa al gioco infinito non pensa solo a se stessa ma tiene conto dell’impatto delle decisioni sulla sua gente, sulla comunità, sull’economia, sulla sua nazione.

Tutto questo per il bene del mondo e del gioco stesso.

Persone e idee ci salveranno.

Sono richiesti coraggio e consapevolezza perché la vera rivoluzione non sta più nell’attuare un cambiamento ma nella velocità in cui esso avviene.

Ognuno di noi può essere protagonista attivo di questo cambiamento oppure no, e in quest’ultimo caso può solo subire o aspettare che gli altri facciano delle scelte.

Le organizzazioni dovrebbero imparare a occuparsi del benessere di tutti gli attori coinvolti a vario titolo – i cosiddetti stakeholder – se vogliono costruire il proprio futuro e essere consapevoli che per ricevere valore è prima di tutto necessario generarlo e offrirlo a clienti, persone, ambiente, collettività.

La differenza tra ciò che avviene all’interno dell’organizzazione e quello che viene raccontato all’esterno determina, senza dubbio, la forza del valore di scambio.

Impariamo a raccontare alle persone, e ai nostri clienti, il perché facciamo quello che facciamo piuttosto del che cosa facciamo.

L’innovazione è come l’amore.

Innovazione e amore sono in continua evoluzione.

Amore e innovazione sono un’attitudine, un orientamento di carattere che determina le azioni attraverso il senso di responsabilità e di rispetto alla comprensione. 

Per svilupparsi nel migliore dei modi hanno bisogno di un’atmosfera di gratitudine, accoglienza e riconoscenza e di un ambiente privo di aspettative.

Si fondano, di fatto, sul bene che viene donato agli altri.