Professione Camionista mi ha fornito l’opportunità di parlare di un tema che da interessa i Tribunali: “lo straordinario nell’autotrasporto”.

Nel settore dell’autotrasporto, infatti, accade spesso che sia superato l’orario di lavoro ordinario e che il camionista sia obbligato a guidare per molte ore.

Com’è possibile evitare che questo avvenga e quindi raggiungere una soluzione di compromesso tra le esigenze dell’azienda e quelle degli autisti?

Gli accordi aziendali di forfettizzazione possono contribuire a creare questo equilibrio.

Ma cosa sono?

Il contratto collettivo nazionale dà la possibilità al datore di lavoro, in accordo con il sindacato, di stabilire un compenso mensile fisso (a forfait) per un numero specifico di ore di straordinario.

Questo importo viene da indipendentemente dalle ore effettivamente eseguite dall’autista.

Se il camionista farà più ore dovrà poi essere pagato per la differenza altrimenti è certo di avere ogni mese l’importo dello straordinario in busta paga.

Il vantaggio per l’azienda è quello di avere trasparenza e certezza rispetto ai costi del personale e quindi, quantificare anche ai fornitori i giusti prezzi per i servizi resi.

 

Open chat
1
Buongiorno, come posso esserti utile?
Powered by